Quarzo, meccanico o automatico: quale movimento scegliere per un orologio da uomo?

Qual è il movimento di un orologio?

E perché è così importante?

Il movimento o calibro è ciò che fa ticchettare un orologio.

Descritto anche come il cuore di un orologio, il movimento si riferisce al meccanismo che guida le lancette su un quadrante e alimenta le sue funzioni aggiuntive come il calendario, il cronografo o un doppio fuso orario.

Mentre la maggior parte degli acquisti di orologi si basa esclusivamente sull’esterno, quindi sul suo design, un uomo che ha un occhio per i dettagli apprezzerà il meccanismo all’interno di un orologio.

Un orologiaio passa la maggior parte del suo tempo a progettare meticolosamente l’interno di un orologio, è la fase più importante.

Coloro che sono consapevoli delle complessità dell’orologeria insistono sul fatto che meccanismi accuratamente elaborati definiscono un orologio capolavoro e lo separano da un orologio mediocre.

Esistono tre tipi di movimento:

  • Quarzo: il movimento fa muovere la lancetta dei secondi in singole zecche. Alimentato da una batteria.
  • Meccanico: il movimento meccanico farà muovere la lancetta dei secondi in un movimento uniforme. L’orologio richiede l’avvolgimento manuale per funzionare.
  • Automatico: l’energia cinetica proveniente dal polso dell’utente viene trasferita automaticamente per azionare il meccanismo all’interno dell’orologio.

I tre movimenti

1. Movimento al quarzo

Nel 1969, Seiko, gli orologiai giapponesi introdussero il movimento al quarzo. Il lancio di questa nuova tecnologia ha sfidato le tradizionali case europee che si affidavano a movimenti meccanici per alimentare i loro orologi.

In risposta, la maggior parte delle case di orologi affermate ha prodotto le proprie versioni di orologi al quarzo, dando il via a un’era di orologi da polso a batteria.

Come funziona il movimento al quarzo

Un orologio al quarzo è alimentato da una batteria che invia un segnale elettrico attraverso un pezzo di cristallo di quarzo.

Il quarzo vibra 32768 volte al secondo, creando un segnale con una frequenza precisa.

Le vibrazioni sono misurate dal circuito e convertite in un singolo impulso ogni secondo.

Il movimento costante delle lancette dell’orologio è il risultato di questo impulso.
 

Movimento al quarzo: una batteria con un cristallo di quarzo

Benefici del movimento al quarzo

Tempo preciso: un meccanismo al quarzo si sposta a malapena dal tempo esatto, garantendo una precisione superiore.


Facilità d’uso: gli orologi al quarzo sono alimentati a batteria e non richiedono l’intervento umano per mantenere il ticchettio.


Manutenzione ridotta: il basso numero di parti in movimento e la presenza di una batteria assicurano che gli orologi al quarzo abbiano una manutenzione ridotta.


Meno costoso: gli orologi meccanici e automatici richiedono più ore di orologeria e abilità. Gli orologi al quarzo sono quindi più economici.


Durata: un orologio al quarzo ha meno parti mobili che possono richiedere una riparazione, rendendolo più resistente di un orologio meccanico.


2. Movimento meccanico

Il movimento meccanico è basato su un meccanismo azionato a molla

Il passare del tempo su un orologio meccanico è misurato da un meccanismo azionato a molla.

Gli orologi meccanici o manuali svolgono praticamente la stessa funzione di quelli azionati dal movimento al quarzo.

C’è qualcosa in più, però.

Un mondo meccanico di complesse molle a spirale e ingranaggi mobili che alimentano il movimento delle lancette dell’orologio con elegante precisione.

L’intricato meccanismo di questi orologi può spesso essere descritto solo come arte.

Infatti, con alcuni orologi a movimento manuale, il tempo di lettura diventa un ripensamento dato che questi classici orologi da polso si trasformano in qualcos’altro.

Si chiamano segnatempo più appropriatamente, oggetti da collezione e accessori.

Come funziona il movimento meccanico

A differenza dei movimenti al quarzo, un movimento meccanico utilizza energia dalla molla della carica per alimentare un orologio, piuttosto che una batteria.

Benefici del movimento meccanico

Longevità: un orologio meccanico ben costruito durerà una vita con la dovuta cura.


No Batteria: non è necessario preoccuparsi di eventuali sostituzioni della batteria, che sono sempre un inconveniente. Molti considerano il riavvolgimento manuale di un semplice orologio da polso meccanico come un rito fortemente desiderabile.

Estetica: molti orologi meccanici hanno una cassa in zaffiro trasparente sul retro che offre una visione chiara delle rotazioni e delle oscillazioni affascinanti delle parti operative minuscole.
 

3. Movimento automatico

Movimento Automatico: probabilmente il più affascinante dei movimenti

Spesso definito come a carica automatica, un orologio automatico è un orologio meccanico che sfrutta l’energia cinetica dal movimento naturale del polso di chi lo indossa.

La molla viene automaticamente avvolta dai movimenti naturali del polso di chi lo indossa.

Non è richiesto l’avvolgimento manuale.

Come funziona un orologio automatico

In un orologio meccanico gli ingranaggi dell’orologio sono ruotati da una molla a spirale chiamata molla principale.

In un orologio manuale l’energia è immagazzinata nella molla girando una manopola, la corona sul lato dell’orologio, che avvolge la molla.

Quindi quando si carica l’energia dalla molla motrice alimenta il movimento dell’orologio fino a quando non si esaurisce, richiedendo di nuovo la carica a molla.

Il movimento dell’orologio a carica automatica ha un meccanismo che avvolge la molla utilizzando i movimenti naturali del corpo di chi lo indossa, quindi senza carica manuale.

L’orologio contiene un peso oscillante che gira su un perno e quindi i normali movimenti dell’orologio nella tasca dell’utente o sul braccio dell’utente fanno ruotare il rotore che è collegato a un meccanismo di avvolgimento a cricchetto.

Il movimento dell’orologio viene quindi tradotto in movimento circolare del corpo e del suo peso.

La molla completamente avvolta può immagazzinare una riserva di energia sufficiente per circa due giorni, consentendo all’orologio stesso di continuare a camminare per tutta la notte anche quando il corpo del proprietario e è fermo.

In molti casi, gli orologi da polso automatici possono anche essere avvolti manualmente ruotando la corona, in modo che l’orologio possa essere mantenuto in funzione quando non è indossato.

Vantaggi di un orologio automatico

Il rituale della carica giornaliera dell’orologio non è richiesto con un orologio automatico.

Con uso regolare, l’orologio continua a funzionare.

Mentre gli orologi meccanici tendono ad essere relativamente delicati e di forma sottile, i modelli automatici sono solitamente più spessi a causa dei rotori aggiuntivi.

Un segno che un orologio meccanico è di alta qualità sta nel suo peso: è pesante quando lo si tiene nel palmo della mano.

Ovviamente va anche detto che i meccanici e gli automatici sono quegli orologi che costano di più, senza ombra di dubbio.

Le domande più frequenti sul movimento degli orologi

Se sei sul punto di acquistare un orologio importante, è possibile che tu ti stia chiedendo quale sia il movimento giusto per te. Ecco le nostre risposte

Perché scegliere un orologio automatico?

Gli orologi automatici sono una scelta popolare per chi apprezza l'artigianalità di un orologio ben fatto. A differenza degli orologi al quarzo, che si affidano a una batteria per tenere il tempo, gli orologi automatici utilizzano il movimento del polso di chi li indossa per alimentare l'orologio. Di conseguenza, non richiedono la sostituzione della batteria e possono essere indossati per anni senza alcuna manutenzione. Gli orologi automatici sono apprezzati anche per la loro precisione. Essendo alimentati dal movimento del corpo di chi li indossa, è meno probabile che siano influenzati da fattori esterni come le variazioni di temperatura. Inoltre, gli orologi automatici presentano spesso dettagli e design più complessi rispetto agli orologi al quarzo. Per molte persone, un orologio automatico è la massima espressione di stile e raffinatezza.

Qual è il miglior movimento per orologio?

Esistono diversi tipi di movimenti per orologi, ciascuno con i propri vantaggi e svantaggi. Il tipo di movimento più comune è quello al quarzo, che utilizza l'alimentazione a batteria per tenere il tempo. I movimenti al quarzo sono precisi e richiedono poca manutenzione, ma possono essere meno duraturi di altri tipi di movimenti. I movimenti meccanici, invece, utilizzano ingranaggi e molle per tenere il tempo e possono essere più precisi di quelli al quarzo. Tuttavia, i movimenti meccanici possono richiedere una manutenzione più frequente e possono non avere la stessa durata dei movimenti al quarzo. In definitiva, il tipo di movimento migliore per un orologio dipende dalle esigenze e dalle preferenze individuali.

Cosa si intende per orologio meccanico?

Un orologio meccanico è un segnatempo che utilizza un meccanismo per misurare il trascorrere del tempo, a differenza di un orologio al quarzo, che utilizza un oscillatore elettronico regolato da un cristallo di quarzo. L'orologio meccanico è stato il segnatempo più preciso fino agli anni '70, quando sono stati inventati gli orologi al quarzo. Un orologio meccanico ha in genere circa 50 parti, rispetto alle circa 10 parti di un orologio al quarzo. I primi orologi meccanici furono sviluppati nel XVI secolo e si diffusero nel XIX secolo. Oggi, gli orologi meccanici sono apprezzati dai collezionisti e dagli orologiai per la loro abilità e precisione. Sebbene gli orologi al quarzo siano più precisi e richiedano meno manutenzione, molte persone preferiscono gli orologi meccanici per la loro bellezza e il loro magico movimento innato. Una piccola percentuale di persone ritiene inoltre che indossare un orologio al quarzo possa nuocere alla salute a causa dei campi elettromagnetici prodotti dall'oscillatore elettronico. Che sia vero o meno, non si può negare che gli orologi meccanici siano affascinanti opere di ingegneria.

Come capire se un orologio e automatico o manuale?

Come si fa a capire se un orologio è automatico o manuale? Ci sono alcuni elementi chiave da ricercare. Innanzitutto, controllate se l'orologio ha una lunetta girevole. Gli orologi automatici di solito hanno una lunetta che può essere ruotata, mentre gli orologi manuali di solito non ce l'hanno. In secondo luogo, osservate il quadrante dell'orologio. Gli orologi automatici hanno in genere un quadrante più complesso con più lancette, mentre gli orologi manuali hanno spesso un quadrante più semplice con solo una o due lancette. Infine, capovolgete l'orologio e guardate il retro. Se si vede un meccanismo esposto, è probabile che si tratti di un orologio automatico. Se non si vede nulla, probabilmente si tratta di un orologio manuale. Tenendo a mente questi elementi, si dovrebbe essere in grado di capire se un orologio è automatico o manuale.

1 reply on “Quarzo, meccanico o automatico: quale movimento scegliere per un orologio da uomo?”

  • Dall’articolo che ho letto non ho capito se sono migliori quelli a quarzo o quelli meccanici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.